Nando Dalla Chiesa:
“La farfalla granata”
Limina Editore

La meravigliosa e malinconica storia di Gigi Meroni il calciatore artista


“Gigi si ritira spesso in casa con Cristiana. A parlare, a leggere e a comporre poesie…[…]….Meroni pittore in un mondo in cui si preferiscono normalmente i muscolari del pallone che trascorrono i ritiri giocando a carte o al biliardo. Meroni creatore e indossatore di una sua linea di moda in un mondo in cui gli atleti devono avere un atteggiamento esteriore rispettoso della dignità dei “colori sociali”. Meroni pubblico compagno di una donna sposata in un mondo che usa severamente, come marchi d’infamia, le espressioni “concubinaggio” o “more uxorio”. Meroni hidalgo che non ha in odio nessuno ma vuole vivere la sua vita in libertà. Meroni insopportabilmente diverso. […] Timido e coraggioso, introverso ed estroverso, appartato e pronto a scatenarsi negli scherzi.” Un libro che scorre come leggera vola via una farfalla, ma anche un libro intenso e commovente, denso di emozione. Una cronistoria fedele e romanzata di una vita straordinaria ed egualmente normale, che è di calcio e che dal calcio evade altrove; la poesia di chi crea, sia con la matita, sia col pallone fra i piedi, sia soprattutto nei rapporti umani. Così fu Meroni, personaggio atipico e bizzarro, estroso e libero. Specchio di tempi che cambiavano, simbolo per tanti e sfortunato protagonista di un destino crudele e implacabile, di atroce e dolorosa beffa per la sua morte prematura e casuale. Il senso fascinoso dell’incompiuto, eppure la forza di significati che vanno oltre l’amato pallone per “giocare a qualcosa d’altro”. La fantasia spezzata come le ali di una farfalla, ma rifiorita in questo bellissimo libro di Nando dalla Chiesa che vi consiglio caldamente. Tante storia che si intrecciano, un calcio diverso ed anche simile a quello di oggi, un’Italia che si trasforma, e poi Como, l’affascinante Genova, l’amore per la bella Cristiana angelo del Luna Park, l’amicizia, la beneficenza, Torino diffidente affettuosa e crudele, l’agrodolce della maglia azzurra. Le lacrime per una fine tragica. La dolce poesia che pervade un libro pieno zeppo di fatti e retroscena del calcio Anni Sessanta, gettati a piene mani con le armi della passione. Per saperne di più www.gigimeroni.it

torna al menu